Osteopatia

L’Osteopatia (detta anche medicina Osteopatica) è una professione integrativa e complementare alla medicina Tradizionale che attraverso un’approccio prettamente manuale, diagnosi Osteopatica e quello che io chiamo L’arsenale Osteopatico ovvero una grande varietà di tecniche terapeutiche manuali, mira a ristabilire la funzione fisiologica e stimolare l’Omeostasi alterata a causa di una disfunzione somatica della struttura corporea cioè di tutte quelle componenti che fanno parte del Corpo Umano: Strutture scheletriche, muscolari, viscerali, artrodiali, miofasciali e dei relativi elementi vascolari, linfatici e neurali.Caratteristica dell’Osteopatia è quella di avere una visione del corpo umano Olistica, dal greco Olos (Totale, globale) tenendo quindi conto del rapporto tra Corpo, mente e spirito, non limitandosi al solo trattamento del sintomo ma cercando di capire la Causa che ha portato alla disfunzione somatica.

Le quattro macro categorie di cui l’Osteopata si avvale per la risoluzione del problema sono:
– Osteopatia Strutturale
– Osteopatia Fasciale
– Osteopatia Viscerale
– Osteopatia Cranio-Sacrale

Osteopatia Strutturale

strutturale

Complesso di tecniche utili a ristabilire la mobilità della struttura ossea, favorendo in tal modo il recupero della mobilità articolare nonché neurologica.

Osteopatia
Fasciale

fasciale

Complesso di Tecniche dolci che mira al rilascio delle restrizioni Fasciali Muscolari, Viscerali e Nervose. La Fascia è quella struttura che modella la forma anatomica e che separa ed unisce tutti i sistemi del corpo umano.

Osteopatia
Viscerale

viscerale

Complesso di tecniche utilizzate per normalizzare gli organi interni da tensioni anomale legate a stress Traumatici, Posturali, Alimentari e Psicologici, favorendo cosi la giusta Mobilità, Motilità e Motricità viscerale.

Osteopatia
Cranio-Sacrale

cranio

Sistema di Diagnosi e Trattamento Osteopatico che utilizza tecniche dolci dirette al Cranio per riequilibrare tutto il sistema Corporeo favorendo e stimolando l’autoguarigione e l’autoregolazione.

F.A.Q
Domande frequenti

Quanto dura la visita Osteopatica?

Normalmente la Prima visita Osteopatica dura circa 1’e 20′ minuti ,mentre le successive vanno dai 50′ ai 60′ minuti e sarà impostata nel seguente modo:

– Accurata Anamnesi e Diagnosi differenziale in modo da definire la problematica per la quale ci si rivolge all’Osteopata ed eventualmente rimandare ad altro Professionista della Salute
– Esame Posturale Statico e Dinamico
– Test Clinici (Ortopedici, neurologici) e Osteopatici
– Piano di Trattamento a Breve,medio e lungo Termine.

Per quali problematiche bisogna rivolgersi all'Osteopata?

Solitamente le problematiche per la quale è indicato rivolgersi all’Osteopata sono molto eterogenee e compredono diversi sistemi:

-Apparato Muscolo-scheletrico:

Cervicalgia,Dorsalgia,Lombalgia,Dolori Muscolari ed articolari,Problemi dovuti a Posture scorrette (ipercifosi-iperlordosi,scoliosi),Colpo di Frusta,Contratture Muscolari,Pubalgia,Fascite,Gonalgia,Tendiniti,Trattamento delle cicatrici,dolore al coccige.

-Sistema Neurologico:

Sciatalgia,Cervicobrachialgia, Ernia del disco, cefalee, vertigini, Cruralgie

-Sistema Stomatognatico:

Disfunzioni ATM,malocclusioni dentali,Bruxismo

-Sistema Neurovegetativo:

Colon Irritabile, reflusso Gastroesofageo,Irritabilità,Stati depressivi,Stati Ansiosi,Stipsi,Disordini Funzionali delle vie digestive,Ernia Iatale,Bruciore di Stomaco,Colon Irritabile,Fatica Cronica,Fibromialgia,Turbe del sonno,senso di pesantezza e oppressione.

Queste sono solo alcune delle problematiche per la quale L’Osteopatia può esserti di aiuto.

Quando è sconsigliato l'intervento dell'Osteopata?

I limiti di azione dell’osteopatia sono dati da Lesioni Anatomiche Gravi, Urgenze Mediche,Malattie Degenerative,Genetiche,infettive,infiammatorie e Fratture.
Tuttavia, su specifici casi le manipolazioni Osteopatiche possono aiutare a ridurre il dolore e l’aggravarsi della Patologia.